domenica 4 dicembre 2011

Il "Kosmo"

Mi presento, sono Simone  appassionato aeromodellista dal 2002 e faccio parte del gruppo aeromodellistico     HobbyStar.
Ho deciso di pubblicare quello che farò nei prossimi mesi, durante i quali costruirò il Kosmo 3 special, aeromodello acrobatico degli anni 70.
Questo aeromodello  venne progettato da Benito Bertolani, per poi diventare campione di volo acrobatico F3A nel 1974.
La costruzione di questo modello ha lo scopo di creare, in futuro, una pattuglia acrobatica di 4 modelli, più 2 di riserva, in totale 6, destinati ad effettuare un volo in formazione, durante le manifestazioni sul nostro campo volo.





Oggi 4-12-2011 inizia la costruzione del Kosmo n° 6...
  • FASE 1
Come prima cosa, essendo una scatola di montaggio, ho subito fatto il "backup" dei particolari già realizzati nel kit, e di quelli da ritagliare con il traforo, non essendoci il disegno di questi ultimi, in caso di rottura dell' aereo sarebbe difficile la loro riproduzione!
N.B Cliccando sulle foto si ingrandiscono!


















  • FASE 2
Inizio il lavoro di traforo, e ritaglio i vari particolari che sono già disegnati su tavolette di balsa di diverso spessore e fattura.
Con calma controllo il contenuto della scatola e di tutta la componentistica ed i materiali, e se devo dirla tutta, non sono di ottima qualità, ma nel complesso buone per il progetto.











N.B. : Bisogna ritagliare le parti con molta precisione per evitare che durante l' incollaggio rimangano spazi tra i componenti.  
E non dimentichiamoci di avere una buona dotazione di strumenti adatti al lavoro che stiamo intraprendo.   
    
  • FASE 3
Ora inizio con l' incollare le fiancate di rinforzo in compensato di betulla, su quelle di balsa già ritagliate.
Prestando molta attenzione a far combaciare i profili alari e tenendo come punto di riferimento i bordi di entrata, sia delle ali sia del piano di quota.
Io per non sbagliare, ho ritenuto opportuno fissare con spilli i listelli di balsa dura da 6,5x10 mm lungo il dorso della fusoliera, a partire dall' ordinata parafiamma fino al piano di quota, portando la stessa in linea, posizionando poi le fiancate in compensato di betulla come rinforzo.

                     

                                                        

Queste ultime così facendo trovano da sole la loro sede, senza correre il rischio di avere gli alloggiamenti delle ali scentrati.

Un vecchio detto dice:  "Chi bene inizia è a metà dell' opera..."
E proprio vero, infatti se si sbaglia in questa prima fase sarà un continuo correggere e adattare pezzi, cosa che e molto meglio risparmiarsi.....

  • FASE 4
Ora possiamo creare  il traliccio della fusoliera con i listelli in balsa morbida 6.5x10, opportunamente sagomati e tagliati, incollandoli  sulla pancia, partendo dal bordo di uscita dell' ala fino alla coda del modello.
Poi di traverso, come da disegno, i listelli 6.5x10 a rinforzo ulteriore della struttura di coda, creando così un " traliccio".
Ad essiccazione avvenuta il lavoro dovrebbe essere simile a questo.
     
















    N.B. : Per riconoscere la balsa dura da quella morbida basta    guardarne il colore e la porosità, quella dura solitamente è più scura e meno porosa, mentre quella morbida è più chiara e porosa.

    P.S. :Fino ad ora tutte le parti sono incollate con colla vinilica.
                                                                      
                                                                                                                                                  PAG 2